Mostra Anatomy of Change. Ticino Trilogy

Mostra Anatomy of Change. Ticino Trilogy

Dall'11 maggio 2024 al 13 giugno 2024
Inaugurazione sabato 11 maggio, ore 17:00
Limonaia e Parco di Villa Saroli
Viale S. Franscini 9, Lugano

Mostra Evento

Apertura mostra: lun - gio 12:00 - 18:00/ ven 14:00 - 18:00. Festivi esclusi.

Prof. Elli Mosayebi, ETH Zürich, Zweite Moderne

Anatomy of Change è una dissezione del tempo attraverso lo spazio architettonico e una lente sulla regione Ticino come terreno potenziale per un'architettura in divenire. La mostra affronta criticamente le dimensioni temporali inerenti alla costruzione di forme architettoniche durature sullo sfondo del cambiamento climatico e delle sue implicazioni per il discorso architettonico contemporaneo. Concettualizza il cambiamento come aspetto fondamentale della resilienza e interroga la velocità con cui queste trasformazioni si manifestano su diverse scale spaziali, da quella locale a quella territoriale.

Situato a sud delle Alpi, il Ticino funge da rappresentazione condensata di dinamiche nazionali più ampie. Si distingue per il suo microclima unico, le estese reti infrastrutturali, la disponibilità di risorse edilizie ed energetiche, gli intricati modelli di migrazione e il ricco patrimonio culturale.

I progetti degli studenti esposti sono il risultato di un'intensa esplorazione, durata tre semestri, del potenziale di diverse cornici temporali: permanente, circolare e temporanea in relazione alla produzione architettonica nel contesto del Ticino. Questi lavori - una raccolta di disegni, dettagli costruttivi, modelli architettonici, fotografie e collage - cercano di rappresentare un'idea e di comprendere l'importanza della narrazione nel trasmettere queste nuove speculazioni.

La giornata di inaugurazione proporrà dalle 17:00 una serie di confronti tra gli studenti dell'atelier e diverse ospiti sui temi della temporalità, della circolarità e della permanenza: Monique Bosco-von Allmen, architetta, presidente CASSI Cooperative d'abitazione svizzera Ticino, Giacinta Jean, docente in Storia e tecniche della conservazione e restauro e responsabile corso di laurea Conservazione e restauro SUPSI), Nicola Navone, vice-direttore Archivio del Moderno, docente AAM, Giuseppe Ongaro, architetto, titolare Ongaro Graniti, Claudia Scholz, architetta, capo progetto Edilizia Pubblica, Città di Lugano, Hope Strode, architetta del paesaggio, studio DeMolfetta Strode; Gian Paolo Torricelli, geografo, già responsabile dell’Osservatorio dello sviluppo territoriale (2007-2022), laboratorio per il monitoraggio e il controllo delle politiche territoriali del Cantone Ticino (AAM), Stefano Zerbi, architetto, professore in Architettura sostenibile e tecnologia dei materiali e Responsabile corso di laurea Architettura, Settore sistema edificio


Elementi correlati

https://i2a.ch/annunciate-date-e-tema-della-biennale-svizzera-del-territorio-2024

Annunciate date e tema della Biennale svizzera del territorio 2024

https://i2a.ch/mostra-entre-deux-l-habitat-alla-prova-del-sconfinamento

Mostra Abitare l'Entre-deux

Website: Responsiva